SbarchiInPiazza

Spunti e riflessioni

Uno dei principali temi emersi dall'assemblea nazionale dei Gas a l'Aquila è quello della cittadinanza attiva: oltre agli acquisti dobbiamo strutturarci e darci...

Promemoria

  • Prossima riunione Intergas luendì 21 settembre 2015 ore 20,15

La rete nazionale

Entra

Mercoledì 22 maggio, ore 20, presso il centro di via Vintola 18

 


Ordine del giorno:

 

  1. Legge rifiuti zero
  2. Mercato del tessile: considerazioni (Roberto)  
  3. Gruppo riflessione Intergas
  4. Sbarchinpiazza: relaziona Elda
  5. Realizzazione gruppo p.r. per richieste d'intervento
  6. "Made in no" chiude? parliamone
  7. Varie

 

Conduce: GasVintola

 

Verbalizza: GasBressanone

 

Presenti:    GasBressanone, Gasvintola, Freegas,Sacgas, Gastronauti, Gasperle, Gaspaccio, Gaslein, Gasbronzolo,Gaslampe, Gasanova, GasAmbienteesalute, Gasappiano

 

 

 

 

 

Punto 1 – Legge rifiuti zero

 

Cinzia e Paola riferiscono della raccolta di firme per il disegno di legge di iniziativa popolare sui rifiuti zero (www.leggerifiutizero.it ). I Comuni sono chiamati a gestire in modo virtuoso i rifiuti, non dando per esempio incentivi a inceneritori, versando una quota della bolletta a chi mette in circolo le risorse. Si tratta della prima legge a livello nazionale per normare il settore e che mette in atto le indicazioni europee. In Italia c’è un circuito rifiuti zero e un’associazione dei comuni virtuosi.

 

Il 6 giugno alle 20.30 al Vintola viene presentata l’iniziativa e il disegno di legge.

 

 

 

Punto 2 - Mercato del tessile EcoTex

 

 

 

Roberto presenta i costi: 1085 Euro di pulizie, elettricità, noleggio spazi, manifesti e affissione. I ricavi ammontano a 1329 euro, ricavati dalle quote dei produttori, Banca Etica, vendita libri AE, vestiti bimbi. Il surplus per la cassa Intergas è di 244 Euro.

 

Sul forum dell'Intergas Roberto ha aperto una discussione con relativo sondaggio per chiarire l'opportunità di replicare o meno l'esperienza del mercatino Eko-Tex:

 

http://intergasbz.org/index.php/forum/5-proposte-per-i-gas/297-skonsumo-eko-tex-da-replicare-si-o-no#332

 

Sarebbe pensabile anche una collaborazione con associazioni come VKE, Manu, Libera…

 

La domanda di fondo è: quale è il motivo che spinge Intergas a organizzare eventi come questi? Ha senso sostenere questo settore? Come coinvolgere i GAS?

 

Non solo il cibo, anche il tessile è un settore “impattante”. Eventi come questi danno la possibilità ai produttori di fare il loro lavoro. Non tutti i produttori possono pagare 1500 euro per uno stand alla Biolife. L’Ecotex è una buona piazza, i produttori pagano 45-65 euro. Solo un produttore aveva prezzi alti, gli altri erano accessibili. Occorre superare l’idea di far parte di un Gas solo per mangiare bene o per risparmiare. I Gas hanno sostenuto e partecipato poco all’evento, a parte i soliti noti. Nel Gas occorre lavorare sulla consapevolezza delle proprie scelte di acquisto (qualsiasi acquisto) e ripensarle in chiave di sostenibilità ambientale, economica, lavorativa e di solidarietà. Occorre entrare maggiormente nell’organizzazione di Ecotex perché si tratta di acquisti in generale. Vogliamo rifarlo in autunno?

 

Claudio fa una riflessione sui costi, si chiede se proporre una Ecotex itinerante. A Bressanone, per esempio, dice Monica, potrebbe rientrare nelle Giornate della sostenibilità.

 

Per Elda, i Gas, prima di intraprendere altre iniziative, dovrebbero fare un lavoro di sensibilizzazione: impatto ambientale dei vestiti (vedi articolo inviato da Elda). Occorre una presa di coscienza e partecipazione. Verificare nei Gas se c’è interesse al PERCHE’ della Fiera, prima che ALLA Fiera. La Fiera è un un veicolo di conoscenza, far cultura, autoproduzione.

 

Cinzia dice che occorre tempo per fare alcuni passi, lei vede il cambiamento su di sé. E poi ci sono i Gas nuovi che hanno bisogno di un po’ di tempo. Se si continua a parlare, poi si viene sensibilizzati. Ci sono persone che cambiano davvero e poi si attivano.

 

Per Roberto è fondamentale trovarsi. Si rischia di cadere nella trappola delle 7-8 persone che organizzano tutto. Per Paola si tratta di energie che hanno bisogno di essere alimentate. Sull’Ecotex le piacerebbe che ci fosse convinzione anche nei nuovi Gas. C’è più convinzione o voglia di stare insieme? C’è trasmissione di cosa succede a Intergas nei Gas? Il sito è usato pochissimo. Per lo scambio di idee ci sarebbe il Forum. Occorre fare un incontro con tutti i Gas per spiegare come funziona il sito, pensato anche per gli ordini online.

 

Per Claudio la parola e l’incontro sono la forma migliore.

 

Gasanova: alcuni Gas sono ancora all’inizio, in alcuni non c’è tanta sensibilità, sono legati al prezzo (“costa troppo!”). La gente non cambia vita da un giorno/anno all’altro.

 

Per Elda occorre rispettare il percorso “lento” dei Gas. È importante tenere il timone/indirizzo, con tutto il rispetto per i tempi. Occorre dare opportunità alla gente di lavorare, come i produttori bio. Contribuire al bene dell’Italia. Intergas è formato dai rappresentanti dei Gas. Se loro non sono interessati al tessile, occorre trovare chi ha interesse nel Gas, trovare piccoli stimoli, leggere e commentare. Avere una scaletta degli incontri, darsi un orientamento, auto formarsi, incontrarsi regolarmente, è importante che ci siano 2-3 persone che pensano, nella concretezza.

 

Sacgas: mettersi un obiettivo, ma la formazione “non la vedo”. Che posto hanno la formazione e l’in-formazione?

 

Roberto: parlare dei produttori è già formazione, nel momento in cui compro le arance mi chiedo chi ci sta dietro e chi sto sostenendo.

 

Enzo: Il problema non è se fare o meno la Ecotex. Nella sua città, al sud, non si riesce proprio a fare niente. Il punto è la partecipazione. Chi si iscrive a Intergas desidera avere un’interfaccia, altrimenti ci sono 8 persone che fanno tutto. A Castel Mareccio c’erano 60 volontari, ad aprile erano 8. Forse il periodo non era giusto?

 

 

 

Punto 3 – Gruppo riflessione Intergas

 

In questo Gruppo di lavoro ci si chiede quale è lo scopo di Intergas, se organizzare eventi nei quali ci si riconosce, se un Gas deve essere iscritto a Intergas o meno, in che misura Intergas rappresenta i Gas, se c’è la consapevolezza di partecipare a qualcosa che vada oltre l’acquisto collettivo, come rendere consapevoli i Gas di questo, come comunicare ai nuovi Gas quale è il senso della partecipazione che vogliamo…

 

Gas Appiano: Forse c’è una errata percezione del rapporto GAS-Intergas. Occorre proporre ai Gas di partecipare maggiormente a Intergas per apportare nuove idee. Intergas non è avulso dai Gas, è una sua espressione, è trade union dei Gas. Non sono due realtà separate. Ecotex NON è il momento organizzato da Intergas per i Gas, per servizio. Anche! Non è però un mero mercato, è anche CONTENUTO! Si cercano muscoli ma anche IDEE, conoscenze e competenze. Maggiore passaggio di informazione tra Intergas e Gas. Occorre chiedere ai gasisti di portare un’idea. Ecotex non è un prodotto propinato da Intergas. Il problema è portarlo ai Gas e coinvolgerli.

 

 

 

Punto 4 – Sbarchinpiazza

 

Elda: Il progetto si basa sull’educazione alla legalità. Tante associazioni collaborano per portare le arance in piazza e sostenere i produttori. Si potrebbe fare un progetto da inserire nelle scuole (economia solidale). Un gruppo di insegnanti organizza interventi con i produttori. Ci sono 4 fasi: 1-presentazione e verifica dell’interesse; 2-parlare con i Gas e tastare l’interesse. Si possono coinvolgere altre associazioni come base per formare un DES; 3-si individuano gli insegnanti nelle scuole; 4-si organizza l’evento pensato per la primavera 2014.

 

Si tratta di un progetto per diffondere l’economia solidale e diffondere e sostenere prodotti e produttori. Occorre cercare associazioni con cui si collabora (a Merano, il mercato dell’economia solidale)  e poi trovare insegnanti che si attivano. Le Botteghe del Mondo hanno parlato di microcredito, zucchero… E poi organizzare il camion che viene a fare lo sbarco in piazza. Vedi “La spremuta” (Aperiteatro).

 

 

 

Punto 5 - Realizzazione gruppo p.r. per richieste d'intervento

 

Elda: Da Blufink, che ha organizzato “conflict kitchen” era arrivata la richiesta di avere una persona che rappresentasse i Gas alla serata. Come individuare questi rappresentanti invitati a conferenze pubbliche?

 

 

 

Punto 6 - "Made in no" chiude? parliamone

 

Roberto: Il produttore è in difficoltà. Come rifondarsi? È possibile vendere solo ai Gas?

 

 

 

 

 

Punto 7 - Varie

 

-       Paola: Libri Altraeconomia: per i Gas 30 per cento di sconto sul prezzo di listino

 

-       Claudio: per Natale è possibile ricevere un pacco natalizio prenotandolo due mesi prima (seguiranno informazioni)

 

-       Roberto: Fish box (www.fishbox.it) possibilità di fare un ordine collettivo di pesce da allevamenti controllati e di stagione. Interessa?

 

 

 

Prossima riunione: il 20 giugno, ore 20? Gas Bressanone non può condurre perché non può essere presente. Chi conduce e verbalizza?